Primavera Sound 2023, annunciata la line up completa

Il festival europeo più atteso dell’anno quest’anno si sdoppia: dal 31 maggio al 4 giugno si svolgerà a Barcellona, dal 7 all’11 giugno a Madrid. Resta quasi del tutto invariata la fittissima lista di nomi, dai Blur a Kendrick Lamar, passando per Halsey, Depeche Mode, Rosalìa e Calvin Harris. I Måneskin sono i primi headliner italiani nella storia del festival
primavera sound

L’attesa per la line up del festival europeo più atteso dell’anno è finalmente terminata. Sui canali social del Primavera Sound, infatti, sono stati annunciati i nomi dell’edizione 2023. Un’edizione che si “sdoppierà”, dal momento in cui si svolgerà dal 31 maggio al 4 giugno al Parc del Fòrum di Barcellona e dal 7 all’11 giugno ad Arganda del Rey a Madrid. La line up resterà praticamente invariata in entrambe le città.

La line up è ovviamente fittissima e soddisfa tutti i gusti, a partire dagli headliner. Ad aprire le danze dei 4 (+4) giorni di festival ci saranno infatti i Pet Shop Boys. Si proseguirà poi con i Blur, Halsey, Kendrick Lamar, Depeche Mode, Rosalìa e Calvin Harris. Ma non è finita qui. A calcare i palchi di Barcellona e Madrid ci saranno anche nomi del calibro di Central Cee, NxWorries, Pusha T, Darkside, Baby Keem, Fred Again.., Skrillex, Four Tet, Bad Gyal, Fka Twigs, The War On Drugs e tantissimi altri.

Tra i nomi annunciati c’è anche quello dei Måneskin, che aggiungono al proprio libro dei record un altro successo. Saranno infatti i primi italiani a salire sul palco del Primavera Sound come headliner (il 3 giugno a Barcellona e il 10 a Madrid).

I biglietti per il Primavera Sound 2023 sono disponibili sul sito ufficiale, di seguito la line up completa.

Articolo Precedente

Inoki e DJ Shocca: «4 Mani è la nostra dichiarazione di intenti»

Articolo Successivo
La Notte - Nello stesso destino - anteprima

La Notte: guarda in anteprima il video di "Nello Stesso Destino"

Articoli correlati
Sónar 2019, il festival della nuova generazione
Leggi di più

Sónar 2019, il festival della nuova generazione

L’edizione 2019 del Sónar ha contato oltre 105.000 presenze da più di 120 paesi. Le parole chiave? Globale, interculturale, inclusivo, radicale e sostenitore della diversity. Un Festival da ricordare per l’avanguardia musicale e tecnologica che ha voluto soprattutto sostenere la figura femminile e i suoni provenienti dai luoghi ai margini del nostro pianeta. Il risultato è stato un weekend di scoperta e di positività per la creatività dell’entertainment del futuro
Total
1
Share