Da Rihanna a Geolier e Lazza, le migliori nuove uscite di oggi

Tra le release di questo venerdì anche i nuovi singoli di Paky, Chiello e Rondodasosa
Rihanna

Anche questo venerdì, il termometro delle nuove uscite del giorno segna temperature altissime. Lo sappiamo, molti di voi – come noi, del resto – attendevano trepidamente il nuovo joint album di Drake e 21 Savage, ma al covid non si comanda e se ne riparlerà la prossima settimana. Su scala internazionale, per oggi dovremo accontentarci SOLO del back to the scene di sua maestà Rihanna, le cui tracce (musicali) si erano perse da ben sei anni. Poi, subito ad indossare la vostra tuta acetata migliore per entrare completamente nel mood di Paky, che ha pubblicato oggi la repack di Salvatore Vive, e di Rondodasosa. La quota love questa settimana è rappresentata da Geolier e Lazza e la loro CHIAGNE e da Chiello con Cuore tra le stelle. E anche la colonna sonora per questo ponte ve la siete portata a casa.

Rihanna

“Lasciate che i bambini credano a Babbo Natale. Del resto, voi credete ancora in un nuovo album di Rihanna”. Una frase che è come la stand up comedy. Fa ridere, ma fa anche riflettere. Ma si sa, le vere regine si fanno sempre attendere, e Riri lo è a tutti gli effetti. Lift Me Up, il suo singolo uscito oggi, arriva a ben sei anni di distanza da ANTI. Sei lunghissimi anni in cui di Rihanna abbiamo sentito parlare più per la sua ghetto love tale con A$AP Rocky che, ahinoi, per la sua musica. Ma il passato è passato, e ora la queen è tornata a far vedere chi comanda, anche se solo con un singolo. Una comparsata breve ma intensa, di quelle che solo le vere dive possono permettersi.

Se vi aspettavate un ritorno à la Umbrella o à la Don’t Stop The Music, ci spiace spezzarvi il sogno. Lift Me Up, tratto dalla colonna sonora di Black Panther: Wakanda Forever (in uscita a novembre) è un brano delicatissimo e minimale, quasi celestiale, in cui a farla da padrone è unicamente la voce esplosiva di Rihanna. E questo, signori, ci basta per dire solo una cosa: God Save Rihanna.

Geolier, Lazza

Se oggi vi chiederanno perché state piangendo, rispondetegli che a farvi CHIAGNE(re) sono stati Geolier e Lazza. I due giovani fuoriclasse, che sono evidentemente più in forma che mai, tornano ad unire le forze per consolidare l’asse Napoli/Milano e lo fanno su una produzione firmata da Takagi & Ketra che, insieme alle parole dei due, scioglierebbe anche i cuori più glaciali. Lazza si riconferma ancora una volta il re dei wordplay con quel «L’altro giorno ho rivisto tuo padre, ha detto che hai pianto un fiume come Justin» che ci ha fatto venire una gran voglia di riascoltarci per la miliardesima volta Cry Me A River. Aspettiamo il joint album.

Paky

Non sentite anche voi quella voglia di fare La Bellavita a Sharm El Sheikh con Belen? Paky evidentemente sì, e ce lo fa sapere nella repack di Salvatore Vive, uscita oggi (oltre ai sopra citati, tra i brani inediti c’è anche Onore e rispetto). Ironia a parte, Salvatore era stato davvero un buon disco d’esordio, un fiore nato dal cemento della periferia che è sempre più fertile. Lì Paky aveva mostrato tutte le sue facce, da quella più spaccona a quella più introspettiva, con una crudezza e verità che diventano ineffabili per chi quelle cose non le ha vissute sulla propria pelle. Stavolta però il rapper di Rozzano ha deciso di puntare su altro. In particolare, su banger cruentissimi da real thug. “Non a Berlino, ma a Carpi”, dicevano i CCCP. “Non a Los Angeles, ma a Rozzangeles”, direbbe Paky.

Tra le nuove uscite del giorno anche Chiello e Rondodasosa

Chiello

Chiello ha portato il suo Cuore tra le stelle e ci ha portato dritti dritti anche i nostri con il suo nuovo singolo uscito oggi. Il pezzo, che strizza l’occhio all’ormai tornato in auge pop punk (di cui però Chiello sembra essere un sincero seguace), continua il progetto solista dell’ex membro della FSK (sicuramente tra i tre resta quello più solido e strutturato, merito anche della sua versatilità artistica) e anche questa volta vede alla produzione Colombre insieme a Tommaso Ottomano. «Ho scritto questo brano in un periodo molto caotico della mia vita. È nato proprio dal desiderio di capisci qualcosa. L’ho pensato in una giornata autunnale e nel giro di poche ore l’ho concepito. Quando ho finito ricordo che mi sono sentito sollevato, ho avuto come la sensazione di vederci chiaro, finalmente», ha raccontato Chiello. Non sappiamo cosa abbia davvero capito Chiello, ma per noi il suo talento è sempre stato chiarissimo.

Rondodasosa

Il Giovane Rondo è pronto per il suo primo disco ufficiale, Trenches Baby, in uscita la prossima settimana. Prima del grande viaggio, però, oggi ha fatto un piccolo Autostop. Su una produzione a cura di Charliejay, Rondodasosa mostra completamente il fianco, mettendosi a nudo con i dubbi e le domande che a 20 anni arrivano puntualissime, soprattutto quando il successo ti travolge da giovanissimo. La curiosità per l’album è decisamente alta.

Articolo Precedente
Laura Pausini - Latin Grammy Awards

Laura Pausini condurrà i Latin Grammy Awards 2022 a Las Vegas

Articolo Successivo
Phoenix - Alpha Zulu - intervista - foto di Shervin Lanez - 3

I Phoenix sono tornati: «Siamo irrazionali, per creare qualcosa di essenziale ed elegante»

Articoli correlati
Total
1
Share