Muse, “Will Of The People” sarà il primo album #1 in classifica UK ad utilizzare la tecnologia NFT?

Secondo i report della Official Chart Company, l’ultimo album della band britannica ha venduto più di tutti gli altri dischi presenti nella Top 10 messi insieme
Muse - Will of the People - foto di Nick Fancher - 2
Foto di Nick Fancher

Con Will of the People, quasi sicuramente i Muse raggiungeranno la prima posizione della classifica U.K., scrivendo un pezzo di storia. Il disco potrebbe infatti diventare il primo album #1 in classifica ad usare la tecnologia NFT.

La rock band britannica ha realizzato il suo nuovo album con Digital Pressing. Si tratta di un software pionieristico creato mediante la partnership tra Warner Music U.K. e Serenade, una società eco-friendly specializzata in NFT.

Serenade ha progettato la release digitale per «offrire ai fan contenuti esclusivi», si legge in una dichiarazione rilasciata dall’azienda.

Il fondatore Max Shand ha spiegato di più attraverso i social media. Ha scritto su Twitter: «Il Digital Pressing dei Muse è solo il primo di una lunga serie. Per ogni nuova uscita supporteremo gli artisti che vogliono offrire ai propri fan un’esperienza ancora più profonda attraverso formati web interessanti e da collezione».

È improbabile che la scalata dei Muse al primo posto della classifica britannica venga ostacolata da qualche altra uscita. Secondo i report della Official Charts Company, infatti, Will of the People sta vendendo più del resto dei dischi presenti in Top 10 messi insieme.

Il disco dei Muse non è il primo nel suo genere a impattare così tanto sulla classifica UK. La scorsa settimana, l’album di debutto di Aitch, Close to Home, è entrato in classifica alla seconda posizione, diventando il primo progetto NFT ad apparire nella chart.

Più giù nella classifica, gli Embrace si aggiudicano la loro ottava apparizione nella Top 10 con How to Be a Person Like Other People, ora al quarto posto. Guidata dai fratelli Danny e Richard McNamara, la band britannica ha iniziato la propria carriera nel miglior modo possibile nel 1998 con The Good Will Out, che andò prima in classifica.

DJ Khaled potrebbe piazzare il suo risultato migliore in carriera con il suo ultimo album, GOD DID, ora al quinto posto della classifica. Fino ad ora, la miglior posizione occupata dal producer in UK è stata la numero 6 nel 2019, con il disco Father of Asahd.

Infine, Against the Odds 1974-1982, la prima raccolta dei Blondie, ha occupato la quindicesima posizione nella Top 40 britannica. Debbie Harry e compagni sono entrati alla numero 11 della Official Chart Update con la loro raccolta.

Articolo Precedente
Iggy Pop - Mantova - foto di foto di Riccardo Trudi Diotallevi - 1

Metti una sera a Mantova Iggy Pop, maestro di punk e d’orchestra

Articolo Successivo
Ditonellapiaga - Indie Jungle Fest - Venezia

Indie Jungle Fest sbarca al Festival del Cinema di Venezia dal 5 al 7 settembre

Articoli correlati
Total
5
Share