Top Story

Musiciste Importanti a Milano: tutte le ragazze del MI AMI 2023

Nel tempo si sta sempre di più incrementando nel cast del festival la presenza di progetti pensati e diretti da musiciste. Le protagoniste di questa edizione

Autore Piergiorgio Pardo
  • Il26 Maggio 2023
Musiciste Importanti a Milano: tutte le ragazze del MI AMI 2023

BLUEM (fonte: Believe)

Ritorna anche quest’anno il Festival della “Musica Indipendente”, poi diventata “importante”, almeno per chi ama la musica, a Milano. Dal 2005, quando è nato, il MI AMI racconta in modo puntuale il presente, e molto spesso anche il futuro, della musica “altra” che si fa in Italia, consacrando, o anticipando tendenze.

Artisti come Mahmood, Cosmo, Colapesce, Iosonouncane, Myss Keta, per citarne solo alcuni, hanno fatto qui i loro primi bagni di folla. Negli anni il Festival è sempre di più diventato una realtà importante anche dal punto di vista sociale e culturale. Non solo musica, insomma.


Nel tempo si sta sempre di più incrementando nel cast del MI AMI la presenza di progetti pensati e diretti da musiciste. Significa che qualcosa di positivo sta accadendo nell’ambiente musicale italiano. E che puntualmente il MI AMI ha modo di valorizzarne e amplificarne la portata.

Le protagoniste del MI AMI 2023, giorno per giorno

Venerdì 26 maggio

Molte e interessanti le donne presenti al Festival quest’anno. Oltre ad Alice e Altea, che hanno chiacchierato con Billboard Italia per l’occasione, questa sera salirà sul palco BLUEM, musicista sarda naturalizzata londinese, che presenta il suo secondo album Nou, tra le nuove uscite più fresche e interessanti degli ultimi mesi in ambito italiano e non solo.

BLUEM, lei stessa ci racconta, porterà sul palco «uno show arricchito da visual e dalla spinta della batteria, in cui l’elemento umano e quello elettronico si compenetrano e sviluppano vicendevolmente». Quella di BLUEM è un’elettronica cosmopolita, molto londinese, in cui la Sardegna, regione che sta dando molto alla musica negli ultimi anni, «è presente a livello di immaginario, paesaggio dell’anima», più che come influenza diretta e percettibile.


Molto interessante anche il progetto Corinna, cantautrice e produttrice senese ispirata dal jazz, dal punk e, soprattutto, dall’elettronica Ancestrale (come il suo album d’esordio) e avventurosa di FKA twigs.

Ancora oggi da tenere d’occhio è Yasmina Maiga, romana ma residente a Coventry, tra l’altro fra gli ospiti anche nel disco di BLUEM, protagonista di due interessanti tracce Pas por toi e FNF, fra deep house, Giorgio Poi e Angèle caratterizzate dalla magica freschezza del cantato italo-francofono.

Sabato 27 maggio

Domani sarà la volta di Angelica, già leader dei Santa Margaret, giovane ma forte di un’ampia esperienza di palco e di collaborazioni con alcuni dei migliori musicisti della scena indie italiana. L’album d’esordio Quando finisce la festa risale al 2019 e ha rivelato una autrice versatile e personale. Doti confermate da Storie di un appuntamento, uscito due anni dopo. La componente rock e il carisma vocale dell’autrice sono perfette per una resa massima dal vivo.

Emma Nolde, classe 2000, ha dalla sua un repertorio pieno di belle canzoni e una magnetica capacità di tenere il palco. È uno dei nomi di maggiore richiamo nell’ultima generazione di cantautorato indie e non solo. Un brano come Berlino è diventato una sorta di piccolo inno generazionale. Con la sua attività concertistica è stata anche in grado di attraversare, senza entrare in secca né perdere la rotta, la tempesta della pandemia. Quello con lei è un appuntamento da non perdere.

Con Anna Carol si torna al pop elettronico. Anche per lei due album, entrambi molto riusciti. Il primo, Evoluzione, è del 2020, mentre il secondo Cinetica, è uscito nel 2022. Il nuovo singolo Colla, pubblicato proprio in questi giorni, tutto loop vocali, breakbeat e un senso tutto R&B del ritornello è perfetto per l’estate alle porte.

Maria Antonietta, esordio nel 2012 prodotto da Brunori, poi un ottimo disco come Deluderti e soprattutto una fitta attività concertistica che ha affinato negli anni gli strumenti di un grande ed innato talento. Torna al MI AMI per festeggiare l’uscita del suo nuovo album La Tigre Assenza. Sul palco sarà una tigre, ma poetica come le autrici che ama leggere nei suoi reading dedicati all’universo poetico femminile e presente con tutta l’energia delle sue performance.

Occhio poi ad un personaggio molto interessante e innovativo come la bresciana (ma bolognese adottiva) Alessia Zappamiglio, in arte Miglio. Canta il corpo femminile fra personale e politico, il sesso, la positività del piacere. E lo fa con una squisita sensibilità pop e una costante attenzione per la provocazione intelligente, colta e ironica. Basti ascoltare un brano come Sexy Solitudini, tratto dall’ultimo disco Futuro Splendido, appena uscito.

Lyl dal canto suo promette nel nuovo singolo Cremisi di “tagliare le radici identità al banco della sua maturità”. Il suo pop acustico lascia effettivamente intravedere i primi segnali di maturità e sarà un piacere constatarlo live.

Ironica, fresca, intelligente, modaiola è Maria Popadnicenko, in arte Popa, designer lituana naturalizzata milanese, anzi Sciura Milanese, come dice il titolo di uno dei suoi pezzi. Da un annetto a questa parte è una delle colonne sonore di un certo modo di vivere la notte meneghina.

Domenica 28 maggio

Anche la giornata del 28 assicura una presenza femminile di alta qualità, con nomi decisamente interessanti e innovativi, dalle carriere in continua crescita.

Ginevra è la musa torinese nota anche per le sue collaborazioni con Ghemon e Ceri. Il suo ultimo album, Diamanti, brilla di una poetica “per sottrazione” incentrata su una elettronica discreta, sul fascino della vocalità dell’autrice e su un songwriting convincente e sincero, che non cede mai. La sua “Diamanti Live Experience” promette una declinazione del progetto studiata per la dimensione live.

Oltre a Rachele Bastreghi, presente con i Baustelle in una incursione acustica con Tommaso Paradiso in occasione del nuovo singolo in collaborazione Amore Indiano,e Taylor Skye dei Jockstrap, tra gli ospiti della kermesse è da segnalare la presenza di Levante. Dopo il Festival di Sanremo torna ad un contesto festivaliero più in linea con le diverse sfaccettature della sua personalità autorale.

Concludiamo con Napoli. Alla vitalità della scena napoletana è dedicato il nuovo numero di Billboard Italia attualmente in edicola. Nziria, produttrice, cantautrice, sciamana e scultrice di suono, tra le nuove artiste napoletane più amate da Meg. Sarà una presenza potente e psicomagica, soprattutto in grado, come tutte le altre artiste presenti nel cast, di aprire nuove strade alla musica.

Condividi:
Try Apple TV